Il mio carrello
items
 
PAESAGGIO ITALIANO
Viaggio nel Paese che dimentica
Le linee di un paesaggio, il verde di una collina, uno specchio di mare, ci parlano del tempo, restano impressi in noi, diventano pensiero e parola, fan parte della nostra esistenza. La bellezza di cui qui si parla ha a che fare anche con la vita sociale perché il degrado ambientale, e dunque ogni devastazione della bellezza di un luogo, è fatalmente accompagnata dal degrado umano e corale in tutte le sue forme

Disponibile

19,90 €
Pages Number: 140
Year of publication: 2016
ISBN: 978-88-8391-207-8


Aggiungi alla Wishlist

Altre viste

Recensisci per primo questo prodotto

La forma del territorio e dell'architettura sono le espressioni più evidenti del paesaggio. Segni di chi, come l’architetto,prevede, pianifica, progetta e costruisce, e di quant’altri da una diversa prospettiva sono in grado di leggere e governare le trasformazioni sociali. Nozione complessa, quindi, quella di paesaggio, che si connota rispetto al punto di vista da cui ci si pone; tanto più mutevole oggi, dove lo sviluppo economico è così dirompente con la storia, le tradizioni, le strutture fisiche e la configurazione dei luoghi. Una trasformazione repentina che continuamente disgrega e ricompone, sempre più difficile da comprendere e interpretare. Pretesto accattivante, quello del paesaggio, per rivolgere alcuni pensieri a pochi intimi come manifestazione d’amicizia. Tema dibattuto, ora al centro dell’attenzione, dopo anni di notevole incuria per la bellezza dei luoghi dove viviamo e che sembrerebbe orientare diversi comportamenti e atteggiamenti nei riguardi della conservazione, tutela, recupero e promozione di ciò che ne costituisce, nel complesso dei beni materiali e immateriali, la storia e la struttura.

Scrivi la tua recensione

Ogni utente registrato può scrivere una recensione. Per favore, accedi o registrati