Editori di Comunicazione – libri per la cultura e le professioni della comunicazione

HOLLYWOOD LAVA PIU' BIANCO

Altre viste

HOLLYWOOD LAVA PIU' BIANCO
14,00 €

Disponibilità: In ristampa

Questo prezioso libro squarcia i veli della pubblicità, disvela ciò che sta dietro, quello che c'è dentro, quello che appare “fuori”. I pubblicitari devono essere poeti, ritrovare il gusto dell’avventura; il marketing, i numeri, la quantità.

Descrizione

Dettagli

Questo prezioso libro squarcia i veli della pubblicità, disvela ciò che sta dietro, quello che c'è dentro, quello che appare “fuori”. I pubblicitari devono essere poeti, ritrovare il gusto dell’avventura; il marketing, i numeri, la quantità.

Le merci, o meglio, le marche devono diventare delle Star, come quelle di Hollywood, dice Séguéla in questo libro pieno di creatività e di apparenti paradossi.

E per far questo Séguéla “inventa” la star strategy: dà agli oggetti e ai simboli della comunicazione un’“aura” che li fa vivere come fossero delle persone. Il problema è che il consumatore si identifichi nella marca proprio come si identifica in una star hollywoodiana perché, secondo Séguéla, il pubblico vuole sognare, ingannare l’infelicità, sconfiggere la noia, non vuole semplicemente comperare delle cose.

La comunicazione è un mondo parallelo come quello della celluloide. Si vendono sogni, si acquistano sogni. E così Séguéla ci apre le porte di Hollywood ma anche gli scenari che creano le merci-star: Marylin e John Wayne, la Coca-Cola e Woody Allen, le Marlboro e la Citroën… sono tutti personaggi, marche immortali che brillano di luce propria.

Queste pagine hanno la pretesa di proporre ai pubblicitari un altro sistema di pensiero. Certo, la pubblicità è nata prima di noi e senza di noi. E con che talento! Ma stranamente nessuno dei suoi maestri di ballo ne ha mai fissato sulla carta le regole coreografiche. La nostra volontà è di elevare a sistema questo garante del successo che finora è stato solo frutto del caso.

 

“‘Il caso non colpisce mai a caso’: questo, almeno, il motto di Jacques Prévert, mio maestro di musica.” Jacques Séguéla

 

Ulteriori informazioni

Ulteriori informazioni

Anno di edizione 1985
Recensioni