Editori di Comunicazione – libri per la cultura e le professioni della comunicazione

NUOVO PAESAGGIO ITALIANO

Altre viste

NUOVO PAESAGGIO ITALIANO
20,66 €

Disponibilità: Disponibile

Il paesaggio è stato per millenni uno di topoi della rappresentazione artistica di tutte le civiltà. Si può dire che la storia della pittura è un racconto sulla familiarità del soggetto con il suo intorno, sia esso privato che pubblico, sia esso giardino che paesaggio.

Descrizione

Dettagli

Il paesaggio è stato per millenni uno di topoi della rappresentazione artistica di tutte le civiltà. Si può dire che la storia della pittura è un racconto sulla familiarità del soggetto con il suo intorno, sia esso privato che pubblico, sia esso giardino che paesaggio.

Prima di tutto l’uomo ha incontrato la terra, l’ha coltivata, incivilita, costruita, celebrata, dipinta.

Il paesaggio rispetto al territorio ha una connotazione estetica in più. Non è solo un luogo da abitare, da coltivare e da strutturare, ma anche luogo da guardare, da contemplare, con cui entrare in rapporto estetico.

Il grande incontro uomo-paesaggio fa sì che l’artista tracci in esso la sua biografia, la testimonianza della sua condizione terrestre, che ha valenza culturale, magica e, per la prima volta “artistica”. La familiarità piena, “affettuosa” col paesaggio circostante fa sì che Giotto dipinga figure umane e bizzarre roccette di una improbabile uguale altezza.

La stessa aria-aura la ritroviamo, oggi, in autori come Basilico, il cui lavoro corrisponde perfettamente al testamento dettato alla fotografia dall'ultimo dei grandi pittori del paesaggio urbano, Sironi, primo cantore delle periferie, primo estimatore delle aree dismesse, primo ad aver conferito a quei luoghi un qualcosa, che per virtù di memoria, ora ce li fa amare, anche per il nostro abbandono.

Il bisogno di riappropriarsi del paesaggio, come della carne di un corpo di cui s'incomincia a soffrire davvero la mancanza, è un fatto recente. Consegue al fenomeno di sradicamento e di deterritorializzazione a cui siamo quotidianamente sottoposti, nei luoghi del nostro abitare.

 

Recensioni