Editori di Comunicazione – libri per la cultura e le professioni della comunicazione

SCRITTI CRITICI PER ARNALDO POMODORO

Altre viste

SCRITTI CRITICI PER ARNALDO POMODORO
23,24 €

Disponibilità: Disponibile

Questo è il primo libro in cui sono dati insieme sia il dibattito critico contemporaneo su un grande artista del Novecento, ancora attivo, sia le immagini delle sue opere, offrendo così al lettore ogni approfondimento possibile. Qui sono riuniti gli scritti critici importanti, italiani, statunitensi ed europei, sull’arte di Arnaldo Pomodoro. Così il libro è di “guida” allo studioso, ed è utile nella visita stessa alla Fondazione Arnaldo Pomodoro di Milano.

Descrizione

Dettagli

Questo è il primo libro in cui sono dati insieme sia il dibattito critico contemporaneo su un grande artista del Novecento, ancora attivo, sia le immagini delle sue opere, offrendo così al lettore ogni approfondimento possibile. Qui sono riuniti gli scritti critici importanti, italiani, statunitensi ed europei, sull’arte di Arnaldo Pomodoro. Così il libro è di “guida” allo studioso, ed è utile nella visita stessa alla Fondazione Arnaldo Pomodoro di Milano. Le immagini delle opere maggiori, e di quelle citate negli scritti. Dopo alcuni saggi complessivi, vengono offerti gli studi approfonditi su opere specifiche e su problemi critici, e inoltre interviste e anche gli interventi che hanno per primi rivelato la qualità straordinaria dell'artista. Infine Pomodoro espone con precisi riferimenti i progetti del suo nuovo lavoro in corso.

 

“Guardando indietro ci rendiamo conto che il tema dominante della scultura di Pomodoro è il tempo, umanamente e umanisticamente inteso come memoria. Anche per Pomodoro, come per tutti gli artisti moderni, l’arte è essenzialmente discorso sull’arte, ricerca e analisi della propria struttura. Per origine e per tradizione la scultura è arte dei sepolcri; per la sua perennità è la custode della memoria, l’immagine plastica della storia e come tale si pone alla soglia tra lo spazio della vita e il tempo senza limite della morte.” Giulio Carlo Argan

Ulteriori informazioni

Ulteriori informazioni

Anno di edizione 2000
Recensioni