Novita'

Celestino Ciocca, ideatore di Eataly, vi invita il 9 giugno 2015 in via San Maurilio 13 – Milano, per la presentazione del suo nuovo libro “Eataly mi piace, ma preferisco gli Eatalians. Pregi, difetti, campioni e furbetti dell’Italian Food”.


Celestino Ciocca ideatore di Eataly, racconta la genesi di un progetto-paese pensato per il settore agroalimentare italiano, poi diventato, con la capitalizzazione del marchio da parte di Oscar Farinetti, il nome associato a una catena di supermercati dal grande successo commerciale. Sulla falsa riga della narrazione, organizzata intrecciando conoscenze specifiche a esperienze imprenditoriali, la presentazione del libro incrocia e riunisce diversi incipit. Ne daranno voce, insieme all’autore, Gino di Maggio con i progetti editoriali di La Gola, Gambero Rosso, sfociati nelle “intraprese” Arcigola e Slow Food provocate dai bisogni di una cultura lenta dell’alimentazione in opposizione alla fast life, e Freddy Paul Grunert che apre la discussione verso un interrogativo più ampio sul passaggio da origine a metamorfosi nella dimensione di progetto. Se leggiamo questo percorso dell’Italian food a ritroso, come processo ab-origine, le metamorfosi che hanno trasformato Eataly in un indiscutibile brand finanziario, riportano davvero questa ricchezza nel tessuto originario del Mediterraneo-arcipelago sociale?
 
 
  1. Professione lobbista
    Diviso in quattro parti, il libro passa in rassegna il lobbismo com’è conosciuto nel mondo occidentale; illustra articolatamente le tecniche per fare lobby; prende in considerazione il “caso Italia” e gli eventi collegati a questo fenomeno. L’ultima parte è una appendice riferita alla descrizione dei provvedimenti legislativi e normativi presi da Unione europea, Stato e regioni per “agire” nei confronti delle lobby.


    Confronta
    Aggiungi alla Wishlist
  2. Design della maglieria
    La maglieria è un importante settore del “made in Italy” e lavorare a maglia rappresenta una delle tecniche più antiche e sedimentate del “saper fare” tipico italiano.


    Confronta
    Aggiungi alla Wishlist
  3. antimondi delle migrazioni
    Il mondo della comunicazione mediatica, dalla stampa alla televisione al cinema, ha fatto di Castel Volturno un caso d’eccezione, essenzialmente noto per le sue vicende di cronaca. Il libro smantella i luoghi comuni che da esse derivano e si concentra sui dinamismi migratori africani.


    Confronta
    Aggiungi alla Wishlist